Post in evidenza

L'alba della nuova scienza

Non è molto lontano il giorno in cui si collocherà al posto giusto la vera scienza. Sarà una scienza della vita, posta a protezione del...

venerdì 19 ottobre 2018

La vita è poesia

La vita è poesia quando si impara a conoscerla nella sua essenza più pura. Dalle leggi della vita si impara ad amare tutto ciò che la vita ci offre. Si impara a trasmettere amore di donazione perché in esso si gusta la grandezza e la potenza del Creatore.
Il sistema vita è stato organizzato sin dalle origini con regole precisissime. La base della costituzione delle regole è la matematica e la geometria.
Dalla matematica e dalla geometria scaturisce un ordine cosmico perfetto, quindi leggi e ordine sono il fulcro del sistema vita e dello spazio cosmico dentro cui la vita è stata organizzata.
Fuori dallo spazio cosmico conosciuto la vita è impossibile, le regole e l'ordine proprio del sistema vita è soggetto allo spazio e al tempo. Ciò non vuol dire che l'organizzazione della vita è limitata, all'interno del proprio spazio sia il tempo e lo spazio sono infiniti.

Il rigore delle autorità ladri di mestiere

Mia figlia si è messa a suonare con la custodia del violino aperto - ha raccontato la mamma -: qualcuno ha buttato qualche monetina, dopodiché sono arrivati due agenti della municipale che hanno rilasciato a mio marito un verbale di 100 euro perché, leggo testualmente, ‘raccoglieva questua nella pubblica via recando disturbo ai passanti utilizzando nella circostanza una minore di cinque anni che suona il violino’.
Ci ha stupito moltissimo perché non è la prima volta che suoniamo per strada: ci conoscono bene qui, viviamo qui, ci hanno chiesto altre volte di suonare pubblicamente e non abbiamo mai avuto problemi. Ho scritto al sindaco per chiederle se davvero si sia trattato di un illecito così grave da comportare una multa da 100 euro». La cosa non è passata inosservata ai tanti presenti che conoscendo la famiglia hanno espresso solidarietà offrendosi anche di contribuire all'ammenda.
«Mi dispiace molto per l’accaduto - ha replicato il sindaco Federica Nannetti -, ma gli agenti hanno applicato il regolamento comunale sull'accattonaggio che deve essere uguale per tutti».

giovedì 18 ottobre 2018

Le tre categorie di scienziati


Esistono tre categorie di ricercatori. Alla prima categoria appartengono coloro che ricercano senza ottenere nessun risultato, spendono solo soldi della comunità ma i loro sforzi sono totalmente inutili. 
Alla seconda categoria appartengono i ricercatori che inventano solo cose che nulla hanno a che fare con le leggi di natura, questi sono pericolosi.
Alla terza categoria appartengono gli scienziati che non inventano nulla ma scoprono la verità delle cose, riportando alla conoscenza di tutti le leggi che governano la vita. Questi sono scienziati veri e preziosi per il bene della vita sul pianeta.

mercoledì 17 ottobre 2018

Scienza stupida


Il più grosso limite degli scienziati è quello di non saper affrontare la ricerca con quel pizzico di umiltà che permette di restare nell'ambito del coerente e dell'ordine cosmico.
I vari scienziati non sono coerenti prima di tutto perché non sono modesti, ma soprattutto perché vivono la loro esperienza scientifica e di ricerca disgregando in piccoli comparti l'ordine coerente con cui la vita è organizzata.
Ognuno si prende il proprio piccolo orticello e incurante di quello che succede nell'orticello del vicino: fanno e disfano senza logica, senza ordine e la maggior parte delle volte anche senza leggi precise.

martedì 16 ottobre 2018

I morti gridano dai sepolcri vendetta

La violenza con cui viene trattata la vita umana dalla scienza medica attuale è un pericolo molto più grave delle peggiori malattie.
E' molto triste dirlo, ma le più grandi scoperte che hanno prodotto grandi benefici alla vita umana sono dovute alla disubbidienza delle regole della scienza ufficiale da parte di alcuni scienziati, che nonostante le persecuzioni subite hanno continuato a ricercare e a produrre verità fuori dagli schemi protocollari di una scienza senza capo ne coda.
Le malattie iatrogene sono la prima causa di cronicizzazione delle malattie acute. La medicalizzazione violenta e molto spesso fuori luogo, punto di forza della medicina materialistica, è il danno più grave per il genere umano.

Post più popolari