Post in evidenza

Le nostre macchine

Le nostre macchine sono il frutto di una ricerca seria avviata quarant'anni fa, fuori dagli schemi della tradizione scientifica. Seg...

martedì 5 giugno 2018

Gloria ai giusti.


Quando qualcuno sente slittare fuori dal deretano la seggiolina sulla quale è stato seduto molto comodamente per tanti anni, sente bruciare il fuoco della disperazione. A questi dico: la comodità di essere seduti in una sedia comoda, potrebbe essere bello, ma se questo comporta la perdita della dignità, dell'equilibrio della coscienza e il rispetto dei propri simili, allora penso proprio non valga la pena. La vita per quanto lunga possa essere è sempre breve, quando meno ce l'aspettiamo arriva inesorabile il giorno dell'abbandono della vita terrena. Con l'abbandono della vita arriva anche l'obbligo di abbandonare tutto ciò che abbiamo accatastato durante gli anni di vita vissuta. L'accatastamento dei bene sono motivo di sofferenza. La sofferenza è direttamente proporzionale alla quantità dei beni; più ne abbiamo più la sofferenza è consistente. I ricchi muoiono tormentati dal peccato, i poveri lasciano questo mondo con la gioia nel cuore perché sicuri di andare ad abitare nel regno della giustizia, dell'amore, della misericordia. Far soffrire gli altri per un proprio tornaconto personale deve essere uno dei più brutti peccati. Gloria ai giusti.

Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari