Post in evidenza

Le nostre macchine

Le nostre macchine sono il frutto di una ricerca seria avviata quarant'anni fa, fuori dagli schemi della tradizione scientifica. Seg...

giovedì 29 marzo 2018

I prepotenti


Il cervello di chi pensa solo ai propri interessi non ha spazio per capire le difficoltà degli altri, loro sono votati al sacrificio degli altri per il bene proprio. La schiavitù ha mille volti, oggi non siamo più schiavi perché i potenti della terra sfruttano il nostro corpo come era un tempo, ma lo siamo in forma molto più grave: loro sfruttano la nostra mente dominandola. Bisogna iniziare a comprendere che la libertà non deve essere una conquistata, essa è un dono che ci è stato dato con le leggi della Creazione per mano del Creatore. In quanto tale, nessuna disposizione di uno stato temporale può essere superiore. Quando lo stato, qualunque esso sia, tenta di prevaricare le leggi eterne, bisogna disubbidire. Chi non disubbidisce e accetta passivamente è automaticamente complice del male fatto.
Lo stato per pretendere rispettato dai cittadini che lo compongono, deve operare solo per il bene degli esseri umani membri di quello stato, singolarmente prima ancora di collettivamente, ogni cittadino che prima di tutto è essere umano deve poter vivere la propria esistenza con dignità. Ogni cittadino nella sua unicità rappresenta lo stato in cui è collocato, a tutti deve essere riconosciuta l'alto valore dell'esistenza, perché ognuno esiste per precisa volontà del Creatore, unico vero sovrano della vita di tutti.

Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari