Post in evidenza

Le nostre macchine

Le nostre macchine sono il frutto di una ricerca seria avviata quarant'anni fa, fuori dagli schemi della tradizione scientifica. Seg...

lunedì 6 novembre 2017

La politica dei furfanti


Il primo responso punitivo di una politica condotta da furfanti è venuto con le elezioni regionali in Sicilia. La sinistra sta pagando il loro strapotere indegno di una nazione che dovrebbe avere come punto centrale la democrazia. Renzi, Gentiloni, Minniti, Alfano, Orlando, Pinotti, Calenda, Delrio, Fedeli, Finocchiaro, Lorenzin, De Vincenti, Costa, Poletti, Boschi, Franceschini, Padoan, Madia. Questa è l’allegra brigata che ha portato l’Italia allo sfascio, che hanno imposto leggi antidemocratiche, che si sono impossessati dell’Italia per moltissimi anni proibendo elezioni democratiche, hanno ricevuto il primo avvertimento che con le prossime elezioni politiche andranno tutti a casa. Alcuni di questi ministri, i più sfrontati, corrono non solo il rischio di essere eliminati dalla scena politica ma anche passare al vaglio della giustizia. Cara Lorenzin, potrebbe correre il rischio di andare in villeggiatura in un luogo protetto a parlare di vaccini con qualche ospite dell’albergo dove non si vedono più le stelle.. Premetto, non sono molto felice che lei finisca così, perché comunque sia è sempre un essere umano meritevole di rispetto, però non è neanche molto giusto quello che lei ha fatto subitre a milioni di italiani con la sua legge pazzoide. Al caro Burioni, con la fine di questo governo non avrà vita facile, non potrà diventare ministro della salute e di questo non me ne dispiace neanche un po’. Però le auguro vita lunga, un po’ meno invadente di quella di ora. Si sarà accorto che gli italiani quando ci si mettono non scherzano, si lasciano infinocchiare per un po’, ma poi quando si accorgono reagiscono e non guardano in faccia più a nessuno. Voi con il vostro modo di fare, con la scienza che non è democratica, con la politica che non è democratica, con lo strapotere che non tiene conto del popolo sovrano, avete scatenato una sorta di reazione che ora non si riuscirà molto facilmente ad arrestare. Tutto ciò ben venga se questo porterà al ristabilire democrazia nel nostro paese. Il grosso male è quello che certe persone pensano di poter dominare sugli altri senza averne diritto, senza averne le competenze scientifiche e senza averne le capacità, veda, Signor Burioni, riconosca di aver esagerato nel suo comportamento, non ha avuto rispetto della gente, ha costretto il popolo all’ubbidienza per paura e sotto l’arma del ricatto. Le prossime elezioni politiche saranno per voi una catastrofe, non può essere altrimenti. Vi auguro pace e bene per tanti anni ancora però fuori dalla politica e dalle posizioni di potere, non siete molto bravi. Ai siciliani miei amici invio un caloroso saluto e un grazie per quello che avete dimostrato con le elezioni regionali, vi invito a continuare a resistere nella convinzione di cambiare le cose nella vostra bellissima regione, magari tutti uniti riusciremo a ripulire la vostra regione e tutte l’Italia dai malfattori.

Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari