Post in evidenza

Le nostre macchine

Le nostre macchine sono il frutto di una ricerca seria avviata quarant'anni fa, fuori dagli schemi della tradizione scientifica. Seg...

venerdì 14 luglio 2017

Burioni

  1. Gent.mo Dott. Burioni,
    Ho letto con molto piacere il suo ultimo scritto, accolgo con un grazie di cuore il nuovo modo di esprimersi: gentile e molto pacato, mi ...sarebbe piaciuto che ciò fosse stato sin dall'inizio. Io non discuto sulle sue doti di medico, di Professore Universitario e di ricercatore, non conoscendola di persona non posso esprimere giudizi, così dovrebbe essere per tutti, esprimere giudizi solo quando si è nelle condizioni di poterlo fare. Tuttavia con il suo modo troppo crudo ed irrispettoso è riuscito a farsi voler male da moltissime persone danneggiando anche la scienza che Lei professa.

    Ora torniamo al morbillo che in questo periodo sembra lo spauracchio del secolo. Nella mia esperienza africana, come Lei ben sa il morbillo è una malattia molto seria, bene, posso dire con certezza che le cose funzionano diversamente da come Lei dice.
    Per farla breve, i bambini vaccinati come previsto dal protocollo, si ammalavano ugualmente di morbillo, l'esito finale nonostante le cure appropriate era drammatico; i bambini non vaccinati che si ammalavano di morbillo guarivano tutti senza tante complicanze. Ora io mi chiedo e se mi permette chiedo anche Lei Dott. Burioni: perché questo poteva avvenire? Io mi sono dato una risposta: perché i bambini non vaccinati avevano un sistema immunitario perfettamente funzionante, non viziato da interventi esterni; i bambini vaccinati erano invece indeboliti nel loro sistema immunitario naturale e per questo non in grado di superare la malattia, neppure con l'aiuto delle cure farmacologiche.
    Le condizioni di salute dei nostri bambini sono precarie sin dalla nascita perché ancor prima che nascono vengono trattati con farmaci ancora nel ventre della madre. Inoltre quesi tutti i bambini, pochi giorni dopo la nascita puzzano già di antibiotico. La medicina deve riformarsi ed iniziare ad avere più rispetto della natura umana, poi vedrà che che molto difficilmente moriranno altri bambini di morbillo.
    La troppa scienza quando è utilizzata in contrapposizione alle leggi della natura può fare solo danni, di questo ci si deve rendere conto.
    La prego resti anche in futuro con i toni pacati che contraddistinguono le persone per bene.
    Tanti cari saluti.

Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari