Post in evidenza

Libertà senza condizioni salvo le leggi del creato

Credo che la peggior sconfitta per ogni essere umano sia il delegare agli altri le proprie responsabilità. La libertà per ognuno è il d...

giovedì 11 gennaio 2018

Il salumiere

Ho ascoltato l'ennesima intervista al Burioni, questa volta a Radio Deejay. L'intervistatore molto probabilmente suo amico si è unito con grande fervore alle solite battute di Burioni ridendo come due sciocchini. In tutte le interviste di Burioni che ho avuto modo di ascoltare, non ho mai avuto il piacere di sentirlo parlare con serietà scientifica del valore delle vaccinazioni, sempre paragoni fuori logica: il gommista che cambia le gomme invernali in una unica seduta, le macchine che devono funzionare in un certo modo, che l'aereo deve atterrare su quante ruote, ecc.. Ripete continuamente che sono 20 anni che studia, nell'intervista dopo dice che sono 30 anni che studia, tutte le volte aumenta di dieci anni. Sembra che Burioni sia l'unico ad aver studiato, gli altri? Tutti cretini. Continua a dire bisogna vaccinarsi perché i vaccini fanno bene, si comporta come il salumiere che dice alla massaia: mangia questo prosciutto perché ti fa bene. Si vanta di essere professore al San Raffaele, il San Raffaele che è stato fondato da un tipo, che il Signore lo accolga in gloria, anche se qualche dubbio mi viene, il famoso Don Verzè. Io ho avuto l'occasione di conoscerlo, credo..
abbia sbagliato mestiere, fare il prete non è stata la scelta giusta, naturalmente è una mia opinione magari Don Verzè era un santo incompreso. Burioni, continua a dire che i cittadini italiani sono fortunati perché i vaccini sono gratuiti, affermazione falsa, salvo che lo stato italiano non prenda i soldi dai marziani. Sempre secondo Burioni gli abitanti del terzo mondo non sono fortunati come noi perché non hanno i soldi per comprarli. Se questo sapesse che proprio gli africani rifiutano con forza le vaccinazioni schiatterebbe dalla rabbia. In Africa vaccini i bambini oggi e domani vanno alla casa del Padre. In Africa sarebbe buona norma, prima del vaccino dare loro da mangiare e bere acqua pulita. Però, Burioni certe cose non le conosce, in Africa molto probabilmente non c'è mai stato. Non credo che si presenterà alle prossime elezioni politiche del quattro di marzo, ha troppa paura di essere rifiutato dal popolo italiano, per un professore del San Rafaele sarebbe uno smacco troppo grave.

Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari