Post in evidenza

Le nostre macchine

Le nostre macchine sono il frutto di una ricerca seria avviata quarant'anni fa, fuori dagli schemi della tradizione scientifica. Seg...

martedì 12 dicembre 2017

La natura umana


La risultante di una vita in salute è direttamente proporzionale al livello di ordine con cui si intende viverla. La salute individuale e collettiva dei tempi nostri è fragile perché la si vive in uno stato di anarchia sia per quanto riguarda l'utilizzo della medicina, che in quello della vita sociale. Gli errori che all'apparenza sembrano banali in realtà si ripercuotono negativamente nella vita di chi li commette per poi diffonderli pian piano nella collettività. Le cure mediche sbagliate non finiscono con il diretto interessato, ma vengono trasmesse tramite il processo riproduttivo alle generazioni future. Alcuni anni or sono ho fatto una ricerca su soggetti che hanno subito le violenze dei campi di sterminio nazisti, che hanno avuto la fortuna di scampare il peggio. Una volta ritornati a casa e che hanno messo famiglia procreando, i loro figli presentavano le stesse paure dei genitori. Una cosa che mi ha colpito maggiormente..
è stata la paura del treno che tutti i figli nati da ex deportati manifestavano. E' facile capire il perché: i viaggi della morte sui treni blindati non devono essere stati una cosa molto bella. Una cosa ancor più importante è che anche le mogli dei deportati manifestavano le stesse paure, pur non avendo patito le sofferenze delle persecuzioni naziste. Ciò vuol dire che il contagio si può verificare in maniera molto preoccupante non a causa di virus o batteri ma mediante un meccanismo che va oltre l'aspetto materiale del vivere la vita. Un mio assistito ultra settantenne che manifesta una paura incontrollabile dei topi, mi raccontava che anche il papà aveva la stessa paura, il motivo è stato uno scherzo subito durante il servizio militare: alcuni commilitoni avevano chiuso un topo vivo all'interno della gavetta, uno scherzo proprio brutto. La vita degli esseri umani non è così schematica come la dipinge la scienza ufficiale, ha risvolti che solo chi interpreta la vita fuori dagli schemi tradizionali può rendersi conto. La medicina deve cambiare modo di pensare, altrimenti saranno in futuro tempi duri.

Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari